I sacerdoti dell’antica Gerusalemme usavano cannabis durante le funzioni

canapa, cannabis -

I sacerdoti dell’antica Gerusalemme usavano cannabis durante le funzioni

Che gli utilizzi della cannabis risalissero a centinaia di anni fa era già chiaro, ma piano piano emergono sempre più prove a sostegno di questa tesi. Una delle ultime scoperte è collegata ad un contesto particolare, quello delle cerimonie rituali degli ebrei del Primo Tempio di Gerusalemme. Stiamo parlando di sacerdoti che utilizzavano canapa durante le funzioni religiose di 2700 anni fa. 

Non è una leggenda, è la scoperta di alcuni archeologi che hanno poi pubblicato i loro resoconti sulla rivista ufficiale dell'Istituto di archeologia dell'università di Tel Aviv.
Alcuni resti trovati su due altari del santuario di Tel Arad, a sud del Mar Morto contengono tracce di TCH, cannabidiolo e cannabinolo, i principi attivi della cannabis. Nello stesso luogo sono stati individuati anche residui di letame, combustibile che permetteva alla cannabis di bruciare.

cannabis sacerdoti gerusalemme

L’avrete già intuito: la cannabis veniva bruciata perché si attivassero i composti psicoattivi.
Insomma, questi sacerdoti erano piuttosto informati sull’argomento…
Non solo. Considerando che si trattava di una sostanza importata in quel luogo e che aveva costi elevati, gli scienziati suppongono che si trattava di un utilizzo del tutto regolare, legalizzato,  all’interno di cerimonie rituali, con il governo centrale che con tutta probabilità ne sosteneva i costi impegnativi.
"L'utilizzo di sostanze allucinogene per ragioni di culto è attestato nelle culture umane dal Neolitico", sostiene uno degli studiosi che hanno rivelato questa scoperta. Non era quindi qualcosa di così strano all’epoca, che però rappresenta ora la prova più antica dell’uso di cannabis nel Medio Oriente antico.

Fonti:
CNN  |  La Repubblica


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati