Mike Tyson produrrà i primi drink alla cannabis stampati in 3D

alimentazione, canapa, cannabis, cocktail cannabis, marijuana, mike tyson, salute, stati uniti, tecnologia -

Mike Tyson produrrà i primi drink alla cannabis stampati in 3D

Mike Tyson con il suo brand The Ranch Companies ha acquistato la licenza per stampare prodotti alla cannabis. In che senso? Tutto sarà possibile grazie ad un accordo con l’azienda Smart Cups, in grado di realizzare grazie alla stampa 3D un prodotto edibile disidratato a base di cannabis, facile da trasportare e quindi anche sostenibile, visto che i costi di distribuzione saranno piuttosto ridotti rispetto ai classici drink liquidi. Sembra impossibile, eppure è realtà!

Come si fa a stampare un drink? La domanda è legittima, visto che la descrizione di questa trovata sembra uscita da un film di fantascienza. Ma se approfondiamo un po’ ci rendiamo conto che si tratta di un’idea geniale e assolutamente realizzabile con le tecnologie su cui il mondo ormai può contare.
Un video della stessa Smart Cups spiega benissimo come funzioneranno questi drink alla cannabis. Se non conoscete l’inglese non preoccupatevi, le immagini sono eloquenti.

In sostanza, la Smart Cups stampa in 3D i principi attivi e gli ingredienti di vari prodotti naturali eliminando le parti liquide. Tecnicamente viene utilizzata una tecnologia di stampa con micro-incapsulamento, che permette di inserire questi elementi in un substrato, a sua volta inserito in un bicchierino realizzato con bioplastiche. In realtà i cannabinoidi potrebbero essere stampati su qualsiasi superficie, in questo caso la forma del contenitore è legata all’esigenza di creare un drink. Una volta aggiunta dell’acqua il miracolo si compie e il drink è pronto (naturalmente funziona anche con la saliva o con della soda o con qualsiasi altro liquido commestibile).

E’ lo stesso Mike Tyson a far notare un aspetto importante: “Questa idea può avere benefici incredibili a lungo termine e può portare le persone a diventare più consapevoli rispetto ai dosaggi. E’ importante imparare a conoscere bene tutto ciò che mettiamo nel nostro corpo, dalle medicine al cibo. Le persone ad esempio smettono di fumare tabacco e passano alla cannabis sotto forma di prodotti di vario tipo, vogliamo parlare a queste persone e sensibilizzarle sulla questione del dosaggio”.

Una dichiarazione molto potente, che ci porta ad un ragionamento: stiamo parlando di un drink e di qualcosa di geniale dal punto di vista del marketing, ma soprattutto di salute umana.
I prodotti a base di cannabis in Paesi come gli Stati Uniti sono diventati già molto noti e il punto cruciale diventa informare e sensibilizzare sull’importanza del dosaggio, da cui dipende l’efficacia della terapia.
“Quando un individuo assume 100 mg di aspirina è consapevole di assumere proprio 100 mg di aspirina, è così in tutto il mondo. Vogliamo generare un tipo di consapevolezza simile”, ha spiegato Chris Kanik, fondatore e CEO di Smart Cups.

Dimentichiamoci “quel Mike Tyson”, quello che tirava pugni sul ring e spesso infrangeva le regole. Il nuovo Mike Tyson conduce battaglie importanti come questa, a cui non ci dispiace affatto dare un piccolo spazio.

 

Fonte: Forbes


Dejar un comentario

Por favor tenga en cuenta que los comentarios deben ser aprobados antes de ser publicados

Articoli correlati